Presentazione

Perché lo storytelling? Conoscere il nostro passato per affrontare il futuro con la nostra identità.

ing. Mauro Gavi, 12 dicembre 2014



Benvenuti a tutti, grazie di essere qui.

Noi qui presenti rappresentiamo 50 anni di storia aziendale. 

IMG 0211

Al giorno d’oggi non è comune che un’azienda arrivi a compiere 50 anni, ancora più raro che siano 50 anni di crescita e successi, forse quasi unica la possibilità di avere riuniti in uno stesso luogo, fisico e mentale, coloro che hanno costruito questa storia, dalla nascita fino ad oggi.

Tanti successi, una crescita impressionante, tanti avvicendamenti, tanti cambiamenti, che però non hanno mai intaccato lo spirito imprenditoriale da sempre nel DNA di questo stabilimento.

Altri cambiamenti sono alle porte.  E non sarà solo un cambio di nome.

Stiamo per diventare parte integrante della nostra grande Casa Madre, uno delle sue centinaia di stabilimenti, che ovunque nel mondo producono migliaia di prodotti diversi. Uno step di quella che si chiama globalizzazione.

IMG 0213

Grande il pericolo di diventare una succursale esecutiva di un ministero centrale, serio il rischio di perdere la nostra identità, di diluire lo spirito che ci ha portato fin qui, di perdere la nostra cultura di riconoscimento e impegno personale, da sempre fondamento del nostro successo 

Ibn Khaldun (pensatore tunisino del 14° secolo) scrisse “ nel deserto sopravvivono solo le tribù unite da un grande senso di appartenenza”. Per analogia potremmo pensare che la perdita della nostra cultura potrebbe pregiudicare, nel lungo termine, la stessa sopravvivenza del nostro stabilimento.

IMG 0202

Come salvaguardare allora la nostra “tribù” ?  Come preservare il nostro senso di appartenenza ? 

Attraverso uno strumento che da millenni è a disposizione dell’umanità e ne ha costituito il secondo motore di sviluppo dopo il linguaggio. La scrittura.

Che ha portato fino a noi miti e leggende, le imprese dei nostri avi, le basi e l’ispirazione per continuare nel loro cammino di progresso.

Perché rimanga traccia dello spirito che ci ha guidato fin qui, perché chi ci affiancherà e sostituirà nei nostri posti di lavoro possa capire come abbiamo lavorato, come abbiamo lottato per difendere il nostro stabilimento, come abbiamo contribuito al suo e nostro successo. E magari essere ispirato a continuare sulle nostre orme .

IMG 0200

Ma nessuno di noi è uno scrittore. Per questo abbiamo pensato di affidarci a un esperto, il professor Alberto Pian.

Che ci ha preso per mano e introdotto in questo affascinante mondo della narrazione.

Stasera sentiremo dalla viva voce di alcuni nostri colleghi ed ex colleghi alcune testimonianze di vita aziendale.

Altri contributori hanno dovuto rinunciare a esporre stasera le loro opere.

Altri forse non hanno avuto tempo per partecipare. Altri forse sono stati per ora troppo timidi per farlo.

Ma tutti avranno la possibilità di vedere le loro opere pubblicate.

E noi tutti potremo contribuire a costruire la nostra memoria collettiva.